Che consiglio daresti a te stesso se potessi tornare indietro nel tempo?

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Quando lavoravo come cameriera il mio capo mi ripeteva sempre “se solo avessi la testa di adesso e la tua età”.

All’epoca-più di 10 anni fa-sorridevo a questa sua battuta. Oggi però ci penso spesso e mi chiedo quale consiglio darei alla “me stessa” appena maggiorenne che si affaccia alla vita.

1) Credi in te stessa

E’ decisamente un punto su cui c’è molto da lavorare. Credere in noi stessi è fondamentale, non importa quanto alcune situazioni possano farci vacillare, dobbiamo investire sulla nostra fiducia e non arrenderci davanti alle avversità. Se non ci crediamo noi, come possiamo pretendere che lo faccia qualcun altro?!.

  •  2) Evita le persone tossiche

Senza nemmeno rendercene conto ci circondiamo di persone negative che non fanno altro che spingerci in un vortice di depressione. A volte non è facile riconoscerle e spesso queste persone sono il nostro capo o i colleghi, in questi momenti bisogna prendere coraggio e andare. Circondarsi di persone positive e che fanno bene alla nostra crescita personale.

3) Investi su di te

Studia, leggi, viaggia, chiedi, informati, parla con le persone..insomma fai il possibile per arricchire il tuo bagaglio culturale sia come esperienze che come formazione. La conoscenza da potere.

4) Impara il valore del tempo

Quando si è giovani si pensa di avere tutto il tempo del mondo, e purtroppo se ne spreca tantissimo. Un giorno capisci quanto sia importante il valore di ogni minuto. Capisci che quando lavoriamo non facciamo altro che vendere il nostro tempo in cambio di soldi. Dovremmo apprezzare ogni attimo e poter scegliere quanto tempo vogliamo dedicare al lavoro per non svegliarci a 50 anni e accorgerci che il tempo sta scivolando via.

5) Non c’è una sola verità

Ci sono tanti punti di vista, tante verità, sta a noi scegliere la nostra. Mi hanno cresciuto dicendo che il bianco fosse il colore della vita, finché durante un viaggio in Asia scoprii che per loro è il colore della morte. Capii che è tutto relativo e che non dobbiamo seguire una sola verità, dobbiamo costruirci la nostra e combattere per le cose che crediamo.

 

Se potessi tornare indietro nel tempo darei ancora molti consigli alla me del passato, ma mi conosco bene, a me piace sbagliare e piantarci il naso, probabilmente non li avrei ascoltati dall’alto del mio orgoglio. Quindi ultimo consiglio: mettere da parte l’orgoglio.

lascia un commento

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email