Smart working e nuove competenze: che benefici per aziende e lavoratori?

Photo by Dzenina Lukac from Pexels

Ti sarai accorto che il mondo del lavoro sta cambiando rapidamente. È sicuramente merito degli enormi passi avanti compiuti in ambito tecnologico, ma anche della capacità delle aziende di comprendere le nuove filosofie manageriali nell’ottica dello smart working e del digital workplace.

In Italia la normativa che va a regolamentare questa tipologia di lavoro, definita “agile”, fa riferimento alla Legge n.81 del 2017 e coinvolge tutte quelle imprese che abbiano voglia di intervenire sulla condivisione degli spazi e sulla riorganizzazione dei ruoli.

Lavoro agile: vantaggi per il lavoratore.

Optare per lo smart working significa, per te professionista, ottenere una serie di benefici, tra cui:

      • notevole risparmio di tempo e maggiore flessibilità oraria
      • possibilità di lavorare ovunque ci siano un device e una linea internet
      • opportunità di crescita personale e professionale
      • gestione ottimale del tempo libero e più momenti passati in famiglia
      • maggiore produttività in minor tempo

Scegliere il lavoro agile nella maggior parte dei casi ti consente poi di migliorare il rapporto con i tuoi colleghi e con il capo, poiché vengono a mancare le tensioni che inevitabilmente si creano in un ambiente chiuso e monotono. Inoltre, lo smart working ti garantisce più serenità ed equilibrio, fattori che ti permettono di affrontare al meglio ogni giornata lavorativa.

Lavoro agile: vantaggi per le aziende.

Le imprese, di contro, da questa nuova concezione di lavoro ottengono:

      • una notevole riduzione dei costi di gestione, in riferimento ad esempio agli spazi di lavoro
      • un miglioramento nell’ambito dei vari processi produttivi
      • la possibilità di collaborare contemporaneamente con più figure specializzate
      • un ambiente di lavoro più disteso, dinamico, collaborativo e quindi produttivo.

Dimentica i classici uffici, un’azienda che punta sul lavoro agile mette a disposizione dei propri dipendenti degli spazi aperti, ambienti comuni dove lo scambio di idee è la molla che consente alla società di evolversi e di surclassare la concorrenza. L’elemento più importante in questo contesto è quello delle competenze, indispensabili per creare fiducia tra il datore di lavoro e la persona. Le competenze devono essere coltivate e sviluppate di continuo per permettere la propria crescita come persone, ma anche contribuire attivamente alla crescita delle organizzazioni.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER