fbpx

5 sane abitudini per lavorare da casa

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pocket
Condividi su whatsapp
Condividi su email

In poche settimane abbiamo cambiato tutte le nostre abitudini, siamo passati dai nostri uffici alle nostre abitazioni.

Il caffè del mattino con i colleghi è scomparso, la chiacchierata lungo i corridoi è un lontano ricordo, lavorare insieme in una stessa scrivania è impensabile.

Tutto è cambiato!

Dopo intere settimane di lavoro blindati in casa è giunto il momento di fare qualche considerazione.

 

Come stiamo vivendo questo nuovo modo di lavorare?

Molti di noi sono felici di passare più tempo con i propri familiari, altri invece trascorrono lunghe ore soli in casa, altri ancora devono fare gli acrobati tra riunioni virtuali e figli che richiedono attenzione.

 

Stiamo rischiando di isolarci rispetto ai nostri colleghi, di allontanarci dagli obiettivi aziendali, di disallinearci rispetto ai nostri manager e di vivere una sensazione di smarrimento.

Questo avviene perché siamo stati catapultati in un nuovo mondo del lavoro, in emergenza, senza alcuna preparazione.

 

Lavorare lontano dall’ufficio necessita di metodo. E quindi cosa fare?

 

Poche sane abitudini:

  • organizza le attività della settimana (io lo faccio la domenica): le attività importanti e urgenti hanno la precedenza, le attività importanti e non urgenti si pianificano, le attività urgenti ma non importanti si delegano e le attività non importanti e non urgenti si dimenticano.
  • non farti distrarre dal telefono: memorizza ogni tuo contatto, assegna un suono particolare alle persone alle quali devi tassativamente rispondere e dedica alle altre telefonate uno o più momenti specifici della tua giornata, ma ricordati di richiamare sempre tutti! Non distrarti con le email: consultale spesso e dedicati solo a quelle importanti e urgenti, le altre rimandale in momenti specifici della tua giornata.
  • pianifica o suggerisci incontri quotidiani di allineamento con il team e il manager: pochi minuti, produttivi e con qualche momento di leggerezza.
  • rimani in contatto con i colleghi: le pause caffè possono diventare momenti di condivisione e di relax al telefono o in videochiamata con i colleghi, che in molti casi sono anche amici.
  • dedicati a te stesso, ai tuoi interessi, ai familiari, agli amici, concediti le giuste pause in giornata e rilassati il fine settimana.

 

E tu come ti sei organizzato?

 

You might also enjoy

Comunicazione e smart working: come rendere il tuo team efficace e produttivo

Da diverse settimane ho un nuovo appuntamento fisso: no, non sto parlando di serate con mio marito o di video call con Teams/Zoom/Meet, ma del mio feed di LinkedIn, che infallibilmente, almeno una volta ogni 2 giorni, mi propone un sondaggio a base di emoticon su quanti giorni alla settimana le persone vorrebbero lavorare in smart working.

Hai presente, vero? Metti like per 5 giorni alla settimana, il cuore per 4, la lampadina per 3 e così via.

Investi su te stesso

Quando ci approcciamo al mondo del lavoro, quello che accade