fbpx

Ammortizzatori sociali: cosa sono e qual è adatto a te?

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pocket
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Quali sono gli ammortizzatori sociali nel 2020 e come sapere qual è quello adatto a te?

 

Non avresti mai pensato che arrivasse, anche per la tua azienda, il momento di ricorrere agli ammortizzatori sociali: ebbene il Covid-19 ha messo a dura prova l’intero panorama dell’economia italiana, fatta eccezione per qualche settore, costringendo moltissimi tra imprenditori e dipendenti ad informarsi su queste forme di ammortamento per non soccombere alla crisi.

Ma cosa sono gli ammortizzatori sociali, come funzionano e per cosa vengono utilizzati?
E soprattutto: come sapere quale è adatto a te?

 

amministratori sociali piccole imprese

Cosa sono?

Con il termine ammortizzatori sociali si fa riferimento ad una serie di misure messe in atto dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali per offrire sostegno economico ai lavoratori che hanno subito una riduzione totale o parziale dello stipendio, con l’intento di ammortizzare la perdita: l’esempio dell’attuale situazione in Italia in questo senso è eclatante, mostrandoci chiaramente come, purtroppo, molte aziende si siano ritrovate a dover accedere a risorse integrative per garantire lo stipendio ai propri dipendenti.

Riuscire ad analizzare nel dettaglio ogni forma di ammortizzatore sociale sarebbe compito troppo arduo da sintetizzare in un singolo articolo – rimandiamo il lettore a questo articolo del Ministero e a quest’altro per più informazioni; cerchiamo però di riportare qualche importante informazione sugli ammortizzatori sociali più utilizzati in questo momento tra quelli previsti dal Decreto Cura Italia: chi ne abbia diritto, chi li paghi, quali siano i migliori per le piccole medie imprese…

ammortizzatori sociali in deroga ultime notizie

Quale ammortizzatore sociale scegliere?

CIGO – Dietro questa sigla si nasconde la Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria, normalmente utilizzata per integrare il reddito dei dipendenti del comparto industriale ed edilizio. 
Oggi, invece, è stata estesa ai lavoratori di numerosi settori, tra cui cooperative agricole, imprese di trasporti e di produzione dell’energia. Oltre all’ampliamento delle attività coinvolte, la novità del decreto Cura Italia risiede nelle condizioni agevolate per la richiesta: le aziende, infatti, sono dispensate dall’obbligo di consultazione sindacale e dal rispetto dei termini di invio della domanda.

 

 

FIS – Il Fondo Integrazione Salariale è destinato ai lavoratori del terziario, tra cui i dipendenti di bar e ristoranti. Erogato dall’INPS, normalmente il FIS presenta una procedura d’attivazione molto complessa, che inizia con la segnalazione ai sindacati, ma al momento l’iter è stato decisamente semplificato. Le ultime notizie del Decreto Maggio hanno esteso la durata massima prevista per questo ammortizzatore sociale (così anche come per la CIGO) a 18 settimane e, al momento, la scadenza del trattamento è prevista per fine Ottobre 2020.

E’ previsto anche che ai beneficiari di assegno ordinario (FIS) spetti, in rapporto al periodo di paga adottato e alle medesime condizioni dei lavoratori ad orario normale, l’assegno per il nucleo familiare.

 

CIGD –Chi non rientra né nella CIGO, né nel FIS può ancora chiedere la cassa integrazione in deroga, un ammortizzatore introdotto nel 2005. In quest’occasione è stato snellito nelle sue parti burocratiche più farraginose e riesce a raggiungere un gran numero di dipendenti, con eccezione degli addetti al lavoro domestico e dei lavoratori assunti dopo il 23 febbraio 2020.

E poi ci sono misure come il Congedo parentale, che permette ad un dipendente di astenersi dal lavoro per un certo numero di giorni, al fine di poter accudire i propri figli che, sempre a causa dell’emergenza sanitaria, non possono frequentare la scuola. Ma non è così semplice come sembra: tra compatibilità, termini e procedure, anche questo ammortizzatore sociale richiede una solida competenza per poter essere applicato adeguatamente e nei termini di legge.

 

ammortizzatori sociali inps

A chi rivolgersi per attivare l’ammortizzatore sociale più adatto?

A causa dell’urgenza e della gravità della situazione il panorama degli ammortizzatori sociali è stato sicuramente motivo di notti insonni per parecchi responsabili HR ed imprenditori che si sono trovati a navigare a vista e senza precise indicazioni su come utilizzarle gli ammortizzatori e come sfruttarli al meglio.

Su /BeyondTheBox puoi trovare molti Esperti che possono rispondere esattamente alle tue domande e darti risposte che siano personalizzate sulla base delle tue reali esigenze.

Non dovrai più cercare sul web risposte a domande come:

  • E io che sono in smart working come vengo retribuito?
  • Ho diritto al premio del 100 euro?
  • Cosa succede quando si riprende a lavorare?
  • Mi sono ammalato e sono in quarantena, quali sono i miei diritti?
  • Cosa può fare la mia azienda per garantire uno stipendio ai miei dipendenti?

Affidati alle competenze degli Esperti di /BeyondTheBox: saranno in grado di sciogliere tutti i tuoi dubbi aiutandoti a prendere la decisione giusta per te e per la tua azienda.

Se ti registri, la prima videochiamata te la offriamo noi!

 

Naviga i contenuti dei nostri Esperti

Iscriviti a /BeyondTheBox per fare sessioni illimitate con i nostri Esperti