Cos’è l’A/B test?

A/B test ed esperimenti

Cosa si nasconde dietro l’A/B test? Molto più di quanto tu possa immaginare! Direttamente dal mondo del marketing, ecco uno strumento efficace per valutare la reale efficacia del tuo progetto.

Non importa se stai progettando una pagina web, magari orientata alle conversioni, o un annuncio pubblicitario: molto probabilmente avrai bisogno di un A/B test. Sì, perché per quanto tu possa affidarti ai migliori grafici e ai copywriter più dotati, sarà sempre difficile, se non impossibile, stabilire a priori quale progetto garantisca l’impatto migliore, ottenendo la performance desiderata.

Per questo motivo, affidarti ad esperti del marketing, che sappiano gestire l’A/B testing, è fondamentale per non rischiare di farti orientare dalle tue convinzioni e dai gusti personali che, pur rispettabilissimi, potrebbero non combaciare affatto con quelli dei tuoi potenziali clienti.

Cos’è l’A/B test

Il miglior modo per definire l’A/B test è chiamarlo per quello che è: un esperimento. In parole povere, si tratta di prendere due differenti versioni dello stesso progetto e verificarne l’efficacia, valutando le performance che ottengono.

Quindi, se per esempio hai bisogno di realizzare una pagina web, non dovrai accontentarti della prima bozza che ricevi: modificando di volta in volta ora questo, ora quel dettaglio, e sottoponendo le due differenti versioni alla tua potenziale clientela, potrai verificare quale delle due genera i risultati migliori.

Ecco perché prende il nome di A/B test: perché gli utenti finali potranno vedere due versioni differenti dello stesso progetto, che prendono il nome, appunto, di versione A e versione B.

Come fare l’A/B test

Sgombriamo subito il campo da possibile confusioni: proprio perché è una sorta di esperimento, l‘A/B test va gestito in modo professionale ed accurato.

Innanzitutto, va stabilito cosa si vuole misurare, sapendo fin da subito che potrai valutare un solo parametro alla volta. Le conversioni? L’iscrizione alla newsletter? Il download di un file? Potenzialmente puoi testare qualsiasi cosa, l’importante è che tu lo stabilisca fin dall’inizio perché è a partire da qui che verranno prese tutte le altre decisioni.

Come per esempio stabilire a chi somministrare il test, anche se nella maggior parte dei casi gli esperti di marketing ti suggeriranno di impegnare tutto il tuo pubblico, somministrando a una metà di esso la versione A e all’altra metà la versione B.

Infine, dovrai scegliere quali elementi verificare: immagini, titoli, testi, pulsanti, ma anche l’intera struttura della pagina o dell’annuncio può essere sottoposta a test. L’importante è che la verifica segua un criterio ben preciso, rispettando parametri quali la simultaneità (il test va somministrato nel medesimo lasso temporale) e la coerenza (la stesso elemento variato, va presentato nello stesso modo in tutte le pagine del sito o in tutti i formati della campagna pubblicitaria).

Insomma, sembra quasi un giochino, ma in realtà l’A/B test risponde a logiche e pratiche ben definite e consolidate. Sempre meglio, quindi, affidarti alle sapienti mani degli esperti di marketing, anziché avventurarti da solo in un campo in continua evoluzione, che richiede approfondite conoscenze delle strategie di comunicazione e dei mercati.


A chi ti devi rivolgere per svolgere un A/B test sul progetto che stai portando avanti per la tua azienda?

Se fino a poco fa non sapevi neanche cosa fosse un A/B test, come puoi sapere chi può aiutarti a svolgerlo in modo professionale e corrispondente alle tue esigenze?
Chiedilo a noi! Inserisci la tua richiesta in piattaforma: in un giorno lavorativo troviamo l’Esperto giusto per aiutarti e vi mettiamo in contatto in video chiamata direttamente in piattaforma.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su tumblr
Condividi su telegram
Condividi su digg
Condividi su pocket