Apprendimento continuo e imprese: 7 motivi per scegliere questa “accoppiata vincente” 

Apprendimento continuo nella vita di tutti i giorni

Apprendimento continuo: questione di cultura

Se pensiamo alla parola apprendimento, probabilmente ci ricorda libri e banchi di scuola, concetti spesso lontani nel tempo in confronto alle nostre attuali attività quotidiane.

Ma ora l’apprendimento nella vita di tutti noi non si è più soltanto legato alla formazione scolastica.

Moltissime aziende si stanno aprendo ad una nuova visione, trasformando la formazione aziendale secondo un nuovo sistema: la creazione di una cultura dell’apprendimento.

La capacità di imparare diventa così una leva di crescita per i membri di un azienda – non solo come professionisti ma anche come individui.

La forza di questa cultura dell’apprendimento continuo sta tutta nella capacità di far riscoprire la bellezza di imparare nuove competenze.

In che modo? Slegando il “momento” dell’apprendimento da situazione strutturate ed imposte, andando invece ad integrarlo nelle attività quotidiane degli individui.

La formazione non diventa quindi più un obiettivo fine a se stesso, ma una azione pratica ed efficace per risolvere problemi e perseguire obiettivi.

Se un impresa o un team riesce a far diventare questo processo parte centrale della propria attività, crea un circolo virtuoso di formazione, favorendo l’apprendimento continuo dei suoi membri.

Non è un processo semplice o immediato da attivare, ma i benefici che genera sono notevoli, sia per aziende che per gli individui.

Ecco qui 7 ragioni per compiere questa scelta strategica:

7 motivi per cui è la scelta migliore per sé e il proprio team

  • Agevola l’apprendimento di nuove abilità

Ogni giorno, apertamente o meno, sono richieste sempre nuove conoscenze ed abilità.

Usare un nuovo programma, applicare una nuova normativa, ma anche usare una nuova app o nuovo strumento di lavoro.

Tutte situazioni nelle quali spesso bisogna mettersi in gioco ed formarsi rapidamente su qualcosa di nuovo e spesso necessario.

L’apprendimento continuo è qualcosa che siamo costretti a gestire ogni giorno, anche se non ce accorgiamo.

Prendendone consapevolezza e rendendolo parte integrante della propria attività, è possibile non solo consolidare (o creare) nuove competenze, ma anche migliorare il proprio rendimento e atteggiamento di fronte a queste situazioni.

  • Crea un vantaggio economico sul mercato del lavoro

Spesso in azienda si cerca di assumere figure dal “CV perfetto”: percorso di studi chiaro, voti alti e magari un corso di specializzazione.

Oggi le cose sono più complicate, e trovare figure simili (se davvero sono mai esistite) è diventato più un ideale che un obiettivo.

La verità è che non esiste più un ROI definito e lineare tra istruzione formale e posizione lavorativa.

Assumere persone significa scommettere nella capacità di adattabilità e dinamicità degli individui. Più che esperti fatti e finiti, occorre trovare persone competenti e capaci di colmare quei vuoti di conoscenza che potranno presentarsi.

E per i professionisti che vogliano trovare lavoro? Occorre dimostrare che non si è stati “fermi”.

Avere sempre investito su aggiornamenti nel proprio settore di riferimento e poter provare di aver compiuto un percorso di crescita e formazione continuativo: questi i nuovi fattori di successo sul mercato.

Che si tratti di aziende o individui, l’apprendimento continuo è una delle capacità trasversali più richieste sul CV.

  • Mantiene alta l’occupabilità e competitività

Il mercato del lavoro è sempre più “liquido”.

Si stima oggi che una persona, nel corso della sua vita, cambi posto di lavoro dalle 10 alle 15 volte nella propria carriera.

Con l’emergenza sanitaria e gli effetti sull’economia, queste dinamiche si sono ancora più rafforzate e differenziate.

Per gli individui, mantenersi “al passo” con le ultime competenze è fondamentale per potersi distinguere.

Per le imprese, acquisire capacità coltivandole internamente può essere un vantaggio competitivo ma anche economico.

Le opportunità professionali sono ridotte, così come le disponibilità economiche delle imprese.

Mantenere una mentalità orientata alla crescita e all’apprendimento significa poter cogliere nuove opportunità in un mercato complesso.

  • È una competenza facilmente trasferibile

Attuare ed imparare a gestire strategie educative efficaci, concetto che potremmo tradurre con “imparare ad imparare”, significa diventare un membro di valore in qualunque gruppo di lavoro.

Mantenere una mentalità orientata all’apprendimento, essere studenti sempre, indipendentemente dal contesto in cui lo applichiamo, affinerà la nostra capacità di imparare, rendendo il processo ogni volta più semplice ed efficace.

  • Migliora le soft skills

Imparare cose nuove legate alla propria professione è sicuramente importante per diventare lavoratori migliori.

Ma coltivare una cultura dell’apprendimento non si limita soltanto alla sfera lavorativa.

Seguire questo visione aiuta a sviluppare soft skill personali come perseveranza e mentalità orientata alla crescita (il cosiddetto growth mindset).

Queste due qualità hanno senza dubbio un impatto positivo sul lavoro, ma aiutano anche ad affrontare i cambiamenti della vita di tutti i giorni.

  • Aumenta motivazione e passione

Promuovere la “bellezza dell’imparare” non si limita alle competenze professionali.

Coltivare la voglia di formarsi, di seguire corsi e raggiungere obiettivi aiuta a migliorare anche in ciò che ci rende unici, le nostre passioni.

Rendere l’apprendimento continuo un’abitudine aiuterà le persone a sentirsi più soddisfatte, sia nei risultati lavorativi che nell’ambito personale.

  • Sviluppa la prospettiva e capacità critica

L’ultimo motivo per cui l’apprendimento continuo è fondamentale va oltre il semplice apprendimento di competenze.

Essere persone che imparano significa anche essere persone che si confrontano con il nuovo.

Avere consapevolezza di non sapere tutto, scegliere nuove prospettive e nuovi punti di vista da cui guardare qualcosa che già conosciamo ed aprirsi a idee diverse farà di noi delle persone migliori.

Più consapevoli ed orientate al miglioramento, sia nel nostro lavoro che nella vita di tutti i giorni.

 I risultati dell’apprendimento continuo

  • Sviluppare un pensiero critico
  • Avere buone strategie di apprendimento
  • Essere persone curiose e soddisfatte

Questi sono alcuni dei risultati che si ottiene adottando e promuovendo, a partire dall’ambito aziendale, l’apprendimento continuo.

Come diceva Senge, “le organizzazioni possono apprendere soltanto attraverso individui che apprendono”


I tempi lunghi della formazione tradizionale spesso non sono adatti all’immediata necessità di competenze da parte delle aziende.

Per questo abbiamo creato la prima piattaforma di smart consulting per imprese: accedi a tutte le risposte specifiche di cui hai bisogno per portare avanti i progetti, raggiungere gli obiettivi e integrare le competenze necessarie comodamente dalla tua scrivania, semplicemente parlando in video chiamata con l’Esperto giusto.
Competenze ed esperienza, a portata di click!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su tumblr
Condividi su telegram
Condividi su digg
Condividi su pocket