fbpx

Deepfake: cos’è e come viene utilizzato

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pocket
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Il deepfake è una tecnica per la sintesi dell’immagine umana basata sull’intelligenza artificiale, usata per combinare e sovrapporre immagini e video esistenti con video o immagini originali, tramite una tecnica di apprendimento automatico, conosciuta come rete antagonista generativa.

 

RETE ANTAGONISTA GENERATIVA

Cosa fa questa tecnica?

Prima di spiegare cosa fa questa tecnica, è bene spiegare quali sono gli “ingredienti” utilizzati da questa tecnica.

 

Rete neurale: è un modello computazionale (una rappresentazione quantitativa di un fenomeno naturale) composto di “neuroni” artificiali, ispirato vagamente dalla semplificazione di una rete neurale biologica;

Framework: è un’architettura logica di supporto su cui un software può essere progettato e realizzato, spesso facilitandone lo sviluppo da parte del programmatore.

 

Nota anche in inglese con il nome di generative adversarial network (GAN), una rete antagonista generativa è una classe di metodi in cui due reti neurali vengono addestrate in maniera competitiva all’interno di un framework di gioco minimax. Questo tipo di framework permette alla rete neurale di apprendere come generare nuovi dati aventi la stessa distribuzione dei dati usati in fase di addestramento. Ad esempio, è possibile ottenere una rete neurale in grado di generare volti umani iperrealistici.

 

Questa tecnica, è stata usata per un po’ di tempo a scopo “ricreativo”: sui social, su YouTube e sul web in generale si giocava a ricreare scene di film con attori diversi da quelli originali (per esempio il volto dell’attore americano Keanu Reeves è stato inserito in uno spezzone del film FORREST GUMP e i risultati sono incredibili) [https://www.youtube.com/watch?v=eseGwoxiqNs].

 

Ovviamente, e purtroppo, su questa tecnica non ci hanno messo le mani solamente smanettoni ma anche i cybercriminali.

Ottimizzando questa tecnica, hanno svolto lavori perfetti con lo scopo di ricatto: Alcuni esempi:

  • video di contenuto pornografico dove i volti femminili venivano sostituiti con i volti di attrici famosi e gli stessi video venivano usati per ricattare l’attrice colpita;
  • video di discorsi politici inventati detti da un “volto” conosciuto nel panorama politico attuale (un caso è stato un video deepfake con il volto di Putin per esempio).

Come possiamo ben capire, se usata in campo cybercrime questa tecnica può essere letale.

Questo è dovuto anche all’accuratezza e perfezione con cui vengono creati questi video, dove a volte risulta davvero impossibile dividere la realtà dalla finzione.

Nelle aziende i video deepfake possono diventare una seria minaccia sia per i dati societari sia, soprattutto, per la reputazione dell’azienda.

I deepfake, bypassano facilmente le principali e basiche misure di sicurezza poste in essere in un’azienda, e tale riflessione dovrebbe farci capire l’importanza di imparare a difendersi da questa apparentemente “divertente” tecnica ma, in realtà davvero pericolosa.

Ormai è noto che la componente umana è la principale “falla” in ambito sicurezza.

Con la tecnica deepfake, si va ad agire sui sensi che maggiormente condizionano il comportamento umano e portano, più o meno inconsciamente, a stabilire come vera una cosa falsa. (un video del proprio direttore che parla male dei propri dipendenti per esempio, potrebbe portare un malcontento all’interno dell’azienda. Un criminale sfrutterebbe questo malcontento per colpire l’azienda).

Possiamo ben capire come quindi un messaggio vocale o un semplice video “falsificato” possa portare davvero ad effetti devastanti.

 

Ci sono fortunatamente degli accorgimenti per difendersi da questi pericoli, la maggior parte di carattere tecnico-informatico.

Ci sono delle informazioni che permettono di scoprire un video fake in modo da poter denunciare e conseguentemente cercare di diminuire questo fenomeno.

Importante rimane infine, oltre che dal lato tecnologico, una formazione “umana” riguardo questi fenomeni.

VUOI APPROFONDIRE IL DEEP FAKE?

Confrontati con i nostri esperti

ATTIVA L'ABBONAMENTO

Naviga i contenuti dei nostri Esperti

É il momento di iniziare a conoscere Shopify

Shopify è il più avanzato sistema di e-commerce oggi in circolazione, che permette di creare il proprio negozio digitale in

Fido bancario: quando richiederlo e come

Cos’è un fido bancario Con un fido bancario, la banca assicura la temporanea disponibilità di cassa (o di garanzie) che l’impresa può

Iscriviti a /BeyondTheBox per fare sessioni illimitate con i nostri Esperti