Gestionale aziendale: come trovare quello perfetto

Gestionale aziendale: esempi di analisi dei processi

“Il programma da installare”: solitamente è così che le aziende interpretano la necessità di fornirsi di un sistema informativo gestionale. Niente di più sbagliato. 

Trovare il software gestionale più adeguato alle esigenze dell’azienda non è un’impresa facile, ecco tre consigli per farlo al meglio.

Gestionale aziendale: cosa fa?

Iniziamo dalla definizione corretta di gestionale: per “vero” software di gestione si intende un insieme di applicazioni che vanno a coprire i principali processi aziendali: 

  • Gestionale contabilità e bilancio (il più “tipico” dei processi affidati al gestionale aziendale attraverso software di fatturazione e software contabilità); 
  • Vendita e distribuzione (in cui si può includere anche il gestionale di magazzino); 
  • Gestionale della produzione
  • Processi specifici del business aziendale (ad esempio non tutti hanno necessità di un gestionale per le provvigioni agli agenti o di un gestionale per le risorse umane ma per le aziende che hanno questo processo al loro interno, ecco che il gestionale specifico naturalmente può efficientare anche questo processo). 

Il punto di partenza è conoscere la propria realtà e stilare un vero e proprio “libro dei processi”, magari grazie ad una consulenza professionale adeguata che ci aiuti a comprendere al meglio ogni passaggio di ogni processo; solo a questo punto saremo davvero pronti a valutare il gestionale aziendale più adatto a noi. 

Gestionale aziendale: a chi rivolgersi? 

Se diciamo “gestionale aziendale” ecco che subito, per orientarci nella scelta tra le molteplici soluzioni proposte dal mercato, solitamente andiamo a chiedere consiglio a chi si occupa di informatica … senza sapere assolutamente di cosa si occupa nello specifico! 

L’informatica non è affatto una disciplina univoca, non tutti gli informatici devono necessariamente conoscerne ogni sfaccettatura quindi spesso ci si ritrova a chiedere consiglio sul gestionale aziendale migliore a qualcuno che magari fa assistenza hardware o sviluppa siti web … domanda e competenza non hanno molto a che vedere l’una con l’altra in questi casi.  

Gestionale Zucchetti, gestionale Smarty, gestionale Getrix … questi sono solo alcuni dei nomi più importanti tra i gestionali aziendali disponibili sul mercato. In base alle proprie esigenze (ci serve un software di fatturazione o un software di contabilità, magari un gestionale magazzino o un gestionale risorse umane), affidarsi per un consiglio a coloro che fanno parte dell’azienda che vende il gestionale è un po’ come chiedere a voi se i prodotti della vostra azienda sono buoni o se è meglio acquistarli dai concorrenti! 

La conseguenza diretta e naturale di tutto ciò è che è fondamentale identificare una persona che guidi e diriga il progetto. L’acquisto di un sistema gestionale non è “l’acquisto di un programma” ma sarà il punto di arrivo di un processo complesso ed articolato. Affidarsi ad un project manager (non necessariamente interno all’azienda, ci si può anche affidare ad una figura esterna) significherà aver ben compreso che si sta dando vita ad una vera e propria infrastruttura strategica, da gestire al meglio. 

3 consigli per adottare il gestionale migliore per la tua attività 

1) Non affidarti a piccole aziende

Molto radicato in Italia, soprattutto nelle realtà medio-piccole il concetto per cui “mi affido ad un’azienda piccola così mi potranno seguire meglio”.  

Questo punto di vista è sbagliato per due ordini di ragioni: 

  • Se è vero che l’azienda piccola offre un buon programma gestionale, con tutta probabilità crescerà nel giro di poco tempo e la crescita aziendale sarà talmente rapida ed assorbirà talmente tanto quell’azienda che non ci sarà più tempo né modo per seguire il cliente “ad personam” come all’inizio; 
  • In caso completamente opposto, il rischio che si corre affidandosi ad un’azienda piccola è quello di vederla “scomparire” dal mercato, ritrovandosi con un programma poco gestibile e senza assistenza. 

2) Sfrutta i vantaggi del cloud

Ecco la vera soluzione per “cavalcare le economie di scala degli altri”: usufruire delle migliori soluzioni gestionali con costi ridotti. Pensiamo ad esempio a leader del mercato come il gestionale Zucchetti o il gestionale SAP: averli come strumenti non potrà che portare benefici all’efficientamento dei processi aziendali. 

I due pregiudizi più comuni sul cloud:

Costa molto

Non si può negare che il prezzo medio di un gestionale aziendale in cloud abbia costi più alti rispetto ad altre soluzioni; è altrettanto vero che potersi dotare di uno strumento con un così alto livello di professionalità trasforma la parola “prezzo” in “Investimento”. 

Se davvero il sistema gestionale vuole essere l’ultima fase di un vero ripensamento dei processi aziendali, l’investimento necessario per questo passaggio si trasformerà in un costo più che ripagato in termini di miglioramento dell’intero contesto aziendale (senza contare il fatto che ad oggi ci sono molteplici possibilità di rateizzazione o finanziamento agevolato). 

Investire nel cloud significa, più concretamente, eliminare i costi di infrastruttura, notoriamente tra i più onerosi, rendendoli ammortizzabili; così facendo insomma, i CAPEX si trasformano in OPEX e l’investimento si ammortizza totalmente in un arco di tempo che può andare dai 5 ai 10 anni. 

Non è sicuro

Niente di più falso! Andiamo ancora una volta a pensare a contesti concreti: quante aziende medio piccole hanno i “purtroppo classici” data center stipati “nel sottoscala”? Il cloud, proprio perché pensato prima per le grandi realtà, ha un livello di sicurezza elevato, con garanzia minime TIER 3 o TIER 4.

(i TIER del data center sono livelli di classificazione utilizzati per identificare rapidamente la sicurezza e la ridondanza dell’infrastruttura utilizzata.) 

3) Cogli l’occasione per riorganizzare la tua azienda 

Il momento della scelta del sistema gestionale aziendale deve trasformarsi in un’opportunità per l’azienda di ‘ripensarsi’.

Partire da qui per analizzare, valutare ed identificare punti di forza e debolezza dei processi aziendali è il primo passo per cambiare in meglio, a prescindere dal “programma” che ci faciliterà il compito. 


Devi scegliere un software gestionale per la tua azienda?

Ogni azienda ha le proprie peculiarità, difficoltà e obiettivi da raggiungere: è fondamentale ricevere risposte personalizzate e specifiche da chi ha le competenze giuste per poter prendere decisioni consapevoli e investire nella soluzione più adatta alle proprie esigenze.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su tumblr
Condividi su telegram
Condividi su digg
Condividi su pocket