Cos’è lo skills mapping e perché è così importante?

skills mapping map

Cos’è lo skills mapping?

Traducendo letteralmente si tratta del bilancio delle competenze ed è uno strumento divenuto ormai fondamentale per tutti coloro che vogliono davvero orientarsi in un mercato del lavoro che cambia rapidamente.

Basti pensare che le competenze digitali e tecniche diventano obsolete già dopo 18 mesi e secondo il World Economic Forum il 14% della forza lavoro globale si dovrà riqualificare entro il 2030.

Perché redigere una skills map?

Partiamo da un presupposto: conoscere il proprio team di lavoro è la base per poter costruire qualunque nuova opportunità.

Una volta compreso questo passaggio fondamentale, risulterà chiaro che capire chi sono i vostri collaboratori in termini di “mappa delle competenze” porterà un notevole valore aggiunto ad ogni progetto o strategia voleste implementare.

Lo skills mapping delinea ogni professionista in termini di tappe del percorso professionale, obiettivi raggiunti, competenze da implementare, traguardi da raggiungere e pianificazione dei passi e delle strategie per ottenere questi risultati.

Se è vero che ogni anno le aziende redigono un bilancio per analizzare lo stato delle proprie finanze, perché non fare lo stesso con le proprie risorse umane, andando ad analizzarne il valore intrinseco e le competenze. Avere una skills map ben delineata è fondamentale per ottenere un vero e proprio strumento di valutazione per ogni reparto HR.

soft skills
Fonte: EDN Magazine

Cosa si valuta col bilancio delle competenze?

Dal punto di vista dell’HR Manager, avere un quadro d’insieme delle competenze presenti nella propria azienda diventa fondamentale per valutare diversi aspetti:

  1. Capire se tutti i ruoli chiave dell’azienda in un’ottica di competenze strategiche sono coperti;
  2. Avere un’idea di sviluppo delle competenze per dare un respiro almeno quinquennale ai piani HR;
  3. Fare un bilancio delle competenze è necessario per avere un posizionamento preciso nel mercato di riferimento;
  4. Comprendere i vuoti di competenza.

Perché implementarla?

La skills map è necessaria, oltre che per tutte le ragioni espresse prima, anche per assicurare una gestione mirata delle persone, sicuramente in termini retributivi ma soprattutto in termini di sviluppo di carriera.

Offrire al proprio team strumenti di formazione smart che possano andare a colmare i vuoti di competenze delineati dalla skills map sarà dunque il primo passo non solo per rafforzare il team ma anche per poter soddisfare le ambizioni delle proprie risorse permettendone una crescita professionale e personale, ottenendo così il risultato di trattenere i talenti e poter pianificare il futuro sviluppo dell’azienda.


Ti è piaciuto questo articolo? Seguici sui nostri canali social per altri contenuti simili!