fbpx

Smart working: come controllare i dipendenti a distanza

Smart working e home working per dipendenti

Lo smart working è ormai una realtà e potresti non vedere in azienda i tuoi dipendenti, anche per molti mesi. Come valutare il lavoro che svolgono da casa?

L’emergenza Coronavirus, oltre a danni incalcolabili nella vita delle persone e nell’economia del paese, ha provocato una vera e propria rivoluzione nel mondo del lavoro. E forse ha convinto i datori di lavoro più recalcitranti che lo smart working è una reale possibilità.

Ciò che fino a ieri sembrava impossibile, infatti, oggi è diventata una realtà per moltissime imprese. Molte hanno dovuto ricorrere al lavoro agile per proseguire la propria attività economica, nel rispetto delle restrizioni poste dal governo a contenimento del virus.

Questa è una buona notizia, soprattutto per un paese come il nostro, che in questo campo ha sempre registrato un notevole ritardo. Se sei un imprenditore alle prese con il lavoro agile però non avrai difficoltà ad ammettere che questo genere di organizzazione provoca un po’ d’ansia. Soprattutto perché ti sembra di non poter più verificare l’operato dei tuoi dipendenti.

Ma chi l’ha detto che non puoi farlo?

Smart working e controllo dei dipendenti

Per un dipendente, lavorare da casa significa più autonomia e flessibilità, nonché l’impagabile possibilità per le donne lavoratrici di coniugare gli impegni famigliari con il proprio lavoro.

Per un datore di lavoro, invece, lo smart working, oltre a garantire la sopravvivenza dell’attività economica, si traduce nel dover avere la massima fiducia nei propri lavoratori, che improvvisamente si trovano a lavorare a casa propria, in tutta libertà.

Ma oltre alla fiducia nelle competenze dei tuoi dipendenti e nella loro capacità di programmazione e raggiungimento degli obiettivi aziendali, hai ancora la possibilità di controllare le loro performance e verificare che gli standard della tua azienda rimangano inalterati. Ovviamente, nel rispetto dello Statuto dei lavoratori.

Quindi non pensare nemmeno a videocamere e sistemi di sorveglianza: non sono proprio ammessi. Così come non potrai utilizzare alcun software o tecnologia digitale per controllare che il tuo dipendente sia seduto davanti al PC e non al parco a fare jogging.

Quindi come controllare lo smart working?

Il modo migliore per verificare che l’attività quotidiana stia procedendo nel miglior modo possibile è monitorare i tempi di utilizzo delle piattaforme aziendali di collaborazione, che il tuo dipendente utilizza per lo svolgimento del suo lavoro. Inoltre, è davvero arrivato il momento di imparare a stimare le prestazioni dei lavoratori in base agli obiettivi raggiunti e non al monte ore dedicato ai singoli segmenti di attività.

Cosa interessa di più alla tua azienda?

Che il tuo smart worker sia stato seduto davanti al monitor per 8 ore di seguito o che abbia portato a termine con successo la consegna ricevuta?

Ecco, comincia a prendere in considerazione la possibilità che questo nuovo approccio al lavoro possa, in fin dei conti, rappresentare un salto di qualità, sia per te, sia per i tuoi dipendenti nelle nuove vesti di smart worker.

E se hai qualche dubbio su come procedere, come gestire l’assegnazione di ruoli e mansioni, come individuare e indicare gli obiettivi, o su come controllare che i tuoi dipendenti siano efficienti e produttivi, puoi sempre consultare un esperto del settore, che possa darti una mano a chiarirti le idee e a far ripartire di slancio il tuo business.


Innovare i processi aziendali può essere complesso e faticoso: non se ti affidi ad un Esperto.

Specialmente quando sono coinvolte le persone, ogni cambiamento viene inizialmente percepito come un ostacolo all’abituale routine quotidiana: nel caso dello smart working è ancora più complesso introdurre dei check point che garantiscano l’efficienza di un processo senza sfociare in invasione della privacy del dipendente o molto peggio.
Tu spiegaci brevemente per cosa hai bisogno di supporto: a trovare l’Esperto giusto per aiutarti e a fartelo incontrare in video chiamata, ci pensiamo noi!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su tumblr
Condividi su telegram
Condividi su digg
Condividi su pocket